Temerari bagnati, temerari fortunati. Così il Moto Club Pippo Zanini ha voluto chiudere la stagione motociclistica 2017, l'ultima attività su strada offerta agli appassionati delle due ruote che da anni o poco più seguono lo staff dello storico Moto Club Roveretano, ha portato all'incirca una decina di motociclette (i famosi temerari) dalla Vallagarina fino ad immettersi nella Regione Veneto.

La partenza da Rovereto ha fatto ben sperare in una, seppure improbabile, resa climatica del tempo già di per sé minaccioso e freddo lasciando partire con un pensiero in meno i partecipanti che nella mattinata autunnale e nuvolosissima (già si sapeva che avrebbero trovato una domenica di novembre inospitale per qualsiasi essere umano); hanno fatto tappa a Sabionara presso la Cantina Bongiovanni dai cui proprietari sono stati accolti in modo davvero molto ospitale, l'aperitivo era a base di prodotti tipici trentini e soprattutto l'assaggio dei vini di prima scelta lavorati direttamente dalla stessa cantina di cui hanno potuto godere della visita guidata e della storia (i Bongiovanni rifornivano l'Imperatore d'Austria giù dal lontano '800) in quel frangente il Presidente del Moto Club Pippo Zanini ha elogiato l'ottima accoglienza e il Direttore Turistico Paolo Piccolroaz per aver organizzato il tutto in modo impeccabile e curato. Dopo il giro di scoperte territoriali ad aspettarli in cortile c'era l'amica tanto attesa: la pioggia, che battente gli ha accompagnati da li fino alla tappa finale del raduno (con un'andatura di crociera non superiore ai 50 chilometri orari anche le lumache sarebbero andate più forte): il pranzo al Ristorante l'Olivo di Rivalta sul veronese ad aspettarli altri amici che meno convinti gli hanno raggiunti a bordo delle autovetture. Al pranzo hanno dedicato un paio d'ore tra un menù gustosissimo, una buonissima compagnia con gli amici di Breguzzo Ivo e Federico, il Presidente del Moto Club Ala Paolo Cavagna e il Presidente Co.Re. Nicola Versini e tra risate, aneddoti, racconti e avventure motociclistiche di altri tempi e le ultime innovative scoperte per ripararsi dalla pioggia (quando si sa che arriverà) si è concluso con i complimenti allo staff e all'ottima organizzazione.

Piacevolmente colpiti da tanta partecipazione nonostante fosse novembre, facesse freddo e si sapesse che il tempo sarebbe tramutato da molto nuvoloso e dark in pioggia a "secchi rovesci" e soprattutto fosse la prima volta che il Moto Club Pippo Zanini proponesse come evento in calendario un raduno in autunno inoltrato con previsioni che possono cambiare da un momento all'atro i ragazzi hanno terminato la giornata con una calda castagnata dopo il ritorno all'agghiaccio dove la pioggia era assente ma il freddo la faceva da padrone. Ringraziamo tutti i partecipanti, la famiglia Bongiovanni e il ristorante l'Olivo e lo staff pronto e sempre carico come le molle a scattare dopo il semaforo rosso con una partenza fionda, anche con il brutto tempo. Inoltre i ragazzi del Pippo Zaini si complimentano con il partecipante più lontano che salito da Villafranca ha seguito l'intero raduno, la partecipante più piccola Camilla Trinco che con il suo Hm Motard ha saputo mantenere un'andatura costante (se non più forte) anche sotto la pioggia e il più anziano lo storico Egidio Guglielmi che non si è fatto spaventare ma indossata la tuta anti-acqua con una Moto Guzzi sidecar ha partecipato attivamente ed ha inoltre offerto l'aperitivo presso la cantina di Sabionara. Non ci resta che salutarvi e ricordarvi l'ultimo appuntamento di sabato 11 novembre presso la Sala Parrocchiale di Lizzana in Via Livenza alle ore 20.00 dove si terrà la tradizionale cena sociale a cuoi siete tutti invitati. La stagione motociclistica può dirsi conclusa ma non la voglia di migliorare e di fare cose nuove nei mesi invernali. A presto le news e le attività della stagione 2018!